Caterina Bonafè Intermittenze

In una soleggiata giornata di fine Aprile, nello studio di registrazione Catsound, la ventenne veronese Caterina Bonafè, dopo la vittoria della prima edizione di TalenTrend Music Show, aggiunge un’altra importante esperienza alla sua giovane carriera di cantante: incidere un singolo dal misterioso titolo “Intermittenze”.

Nella sala prove, oltre a Caterina, sono presenti i fautori di questo progetto: Walter Dallari, autore, Mario Marcassa, della Catsound e Salvatore Marletta della Dea Records.

Durante un momento di pausa dalla registrazione del brano, Francesca di GlobalOnTv ha incontrato Caterina che si è gentilmente offerta di rispondere ad alcune domande inerenti al nuovo progetto in atto, affiancata dai collaboratori che la stanno aiutando a realizzare il suo sogno.

F. Caterina, com’è stato vincere questo importante talent musicale e quali sensazioni hai provato nel momento della proclamazione del vincitore?

C. Innanzitutto è stato un bellissimo percorso perchè è stato un talent di più puntate e quando si avvicinava la finale eravamo sempre tutti molto più agitati anche perchè il livello era molto alto, gli altri ragazzi erano tutti bravissimi, ognuno nella sua specialità. Sicuramente quando ho vinto la finale è stata un’emozione grandissima che auguro a tutti.

F. Oggi siete qua per registrare il nuovo brano, qual è il titolo della canzone?

C. Questo brano di intitola “Intermittenze”, non è una parola che compare nel testo ma può comunque racchiuderne il suo significato.

F. So che hai già avuto altre esperienze, hai fatto delle serate e dei live, quindi in materia sei abbastanza ferrata. Com’è stato lavorare con dei professionisti che ti stanno supportando per realizzare questo progetto?

C. Lavorare con dei professionisti, specialmente in studio, è molto costruttivo anche perchè ho delle esperienze live ma esperienze di studio ne ho avute poche, loro mi hanno aiutata e ci siamo confrontati sulla musica e sul testo.

F. Questa canzone appartiene ad un genere particolare, diverso dai soliti che si sentono in giro, come mai questa scelta?

C. Studio al conservatorio di Verona canto Jazz e questo ha portato al sound del pezzo.

F. Passo la parola ai collaboratori e alle persone che hanno reso possibile la realizzazione di questo progetto: Walter Dallari (ndr. autore del pezzo), raccontaci cos’è successo.

W. Si voleva trovare qualcosa che piacesse e che fosse nelle corde di Caterina che ha inviato il suo testo e in base a questo abbiamo costruito intorno la musica, insieme l’abbiamo finita, pensando ad un risultato che fosse quello che voleva lei, percui io sono l’autore della canzone ma l’ispirazione è stata tutta sua.

F. Caterina, il brano a che cosa è ispirato e di che cosa parla?

C. Il testo parla di esperienze di vita vissuta ma anche di pensieri che puoi
avere a seguito di queste esperienze.

F. Tornando ai collaboratori, quali sono state le difficoltà riscontrate durante la realizzazione di questo brano?

S. Difficoltà forse nessuna, più che altro lo è stato trovare un punto d’incontro fra le idee di Caterina e le nostre. Io mi sono occupato degli arrangiamenti e della produzione, poi insieme a loro abbiamo riscritto tutte le parti e abbiamo curato la registrazione della voce, quindi l’abbiamo aiutata ad essere più se stessa.

F. Dopo la registrazione del brano, sarà prodotto dalla GlobalOnTv il video della canzone. Quale sarà la location del video clip?

W. Non voglio dare troppe anticipazioni, ma qualcuno mi ha già detto qualcosa in merito. Diciamo che sarà una cosa abbastanza “calda e fumosa”, come la musica di questo genere porta ad immaginare.

F. Caterina, immagini qualche location in particolare per la realizzazione di questo video clip?

C. Sinceramente non lo so e non me lo immagino, però so che abbiamo un regista, Denis Salgarello, molto professionale e bravo quindi mi affido a lui.

F. Tra quanto tempo sarà pronto il video clip?

C. Sappiamo che prossimamente sarà pronto e lo potremo vedere sul sito della GlobalOnTv.com.

F. Il singolo, invece, quando dovrebbe uscire?

S. Il singolo dovrebbe essere in uscita circa in un mese, forse prima.

F. So che voi in quanto produttori e autori avete già avuto diverse esperienze, quali sono i progetti che avete seguito nel campo musicale?

W. Nel passato abbiamo già lavorato su produzioni che sono andate anche all’estero, ultimamente siamo più localizzati verso l’Italia. Ci sono delle cose che per scaramanzia non possiamo ancora dire, ma sono in una fase molto avanzata. Mario (ndr. Marcassa) invece lavora con tutti, il suo studio, Catsound, è importantissimo nella zona. Qui hanno suonato i migliori jazzisti e ogni gruppo che ha voluto registrare un cd demo è passato di qua.

S. Io posso citare un gruppo in particolare che sono The Beatles Acoustic, un gruppo di Cremona che sta facendo il giro del mondo, sono tre chitarre e tre voci, cantano in acustico delle canzoni dei Beatles e stanno avendo un discreto successo soprattutto negli Stati Uniti. Questo è uno dei tanti esempi ma abbiamo prodotto tantissime altre cose.

F. Riguardo al brano di Caterina, quali sono le speranze e le ambizioni nutrite?

W. Che venga ascoltato, che piaccia alla gente, che possa essere cantato da lei anche dal vivo come suo cavallo di battaglia e per farla conoscere a chi vuole musica nuova e non solo ascoltare cover di altri, comunque piacevoli, fatte e cantate bene, ma in questo caso il brano è suo, per cui penso che lei voglia usarlo così; poi ambizioni di successo, chi fa questo tipo di mestiere sicuramente vorrebbe averlo, noi siamo in questa posizione. Proviamo, vediamo se la cosa piace e poi se piacerà a lei fare qualcosa ancora con noi, siamo a disposizione.

S. A mio parere, Caterina ha delle grandissime possibilità per una splendida carriera, se vuole, perchè ha moltissime qualità musicali, canore e una bella presenza, quindi potrebbe fare strada.

F. Un’ultima domanda prima di chiudere l’intervista: in questo momento qual è il genere musicale che va per la maggiore?

C. Qui in Italia sicuramente il pop melodico, infatti il genere che piace a me è un po’ fuori mercato. Abbiamo cercato in questo pezzo di unire le sonorità bluse con quelle del pop per riuscire a fare una canzone che attiri l’ascoltatore medio italiano. Io lo proporrò in tutti i miei live che già faccio, finalmente avrò un pezzo italiano da cantare, dato che canto sempre in inglese a causa della mia scelta di genere.

W. Il genere che va adesso è Caterina Bonafè, “Intermittenze”..fantastico!

S. E’ un po’ difficile sintetizzare il genere che va adesso, questa canzone è molto bella, secondo me ha parecchie possibilità di successo.
Il tempo a nostra a disposizione è terminato, la pausa di Caterina si è conclusa e nello studio di registrazione ricominciano i lavori per ultimare “Intermittenze”, brano che auguriamo porti grande successo a Caterina.

Ringraziando per l’ospitalità il padrone di casa, Mario Marcassa di Catsound, l’autore Walter Dallari e Stefano Marletta di Dea records per averci concesso qualche battutta in previsione del debutto del singolo e ovviamente Caterina Bonafè per la sua disponibilità, restiamo in attesa di sentire al più presto il brano “Intermittenze”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *