I NUOVI PROGETTI ARTISTICI DI ARIANNA FRATTINI NELLA CAPITALE TRA MONDANITA’, TRADIZIONE LOCALE ED IMPEGNO CIVILE.

Ad un mese di distanza dalla fortunata esperienza a “Sanremo 2017”, nel cui contesto si era imposta all’attenzione dei “media” per l’originalità e lo spirito innovativo da cui trae ispirazione nelle proprie opere letterarie (delineando altresì i contorni di nuovi Progetti sul piano editoriale e cinematografico), Arianna Frattini è stata partecipe nei giorni scorsi di alcune iniziative ed eventi nella Capitale (cogliendo tale opportunità per gestire importanti contatti di natura professionale).

La trasferta professionale di Arianna Frattini nella Città Eterna ha avuto come primo “step” la presenza ai Parioli – in veste di invitata ufficiale – alla serata/evento dedicata all’Anteprima nazionale del film “Calibro 10”, prima produzione cinematografica (di matrice italo-statunitense) in cui il tema della criminalità mafiosa viene affrontato in chiave “pulp” nello stile reso celebre da Quentin Tarantino. Presentato in Anteprima mondiale al “Chinese Theater” di Hollywood nel febbraio 2015 (nella settimana di assegnazione dei Premi Oscar e nell’ambito del Festival cinematografico internazionale “Los Angeles-Italia”) e proiettato con successo – nel novembre dello stesso anno – all’Istituto Italiano di Cultura di New York, “Calibro 10” è stato insignito – nel maggio 2016 – di un prestigioso “Award” in occasione dell’ultima edizione del “HIMPFF” (“Hollywood International Moving Pictures Film Festival”). All’Anteprima nazionale per l’Italia, svoltasi presso il Cinema “Caravaggio” ai Parioli, erano presenti il produttore del film – l’italoamericano Cav Raffaele Alberto (in arte Raphael Albert) – ed i principali protagonisti del cast: tra essi il protagonista di primo piano Franco Nero affiancato dagli attori Roberto Calabrese e Armando Puccio, Roberta Garzia e Maurizio D’Agostino. Nel “parterre du Roi” degli invitati alla serata/evento, presenti in Sala al Cinema “Caravaggio” in occasione della Anteprima nazionale, interpreti di diverse generazioni: da Orso Maria Guerrini a Saverio Vallone, da Adriana Russo a Christian Stelluti…sino a Beppe Convertini (quest’ultimo potrebbe essere presente nel cast del film al cui Progetto di realizzazione Arianna Frattini si sta attivamente dedicando per la trasposizione in chiave cinematografica del suo fortunato Romanzo d’esordio “La ragazza che inseguiva le stelle”). Nei giorni successivi Arianna Frattini ha avuto l’opportunità di rendere concreti alcuni importanti contatti professionali, con specifico riferimento ai Progetti culturali ed artistici in fase di attuazione: in particolare, si sono pòste le basi per un’ulteriore consolidamento dei rapporti con i “media” (sia nel settore dell’informazione cartacea ed online che nell’ambito radiotelevisivo) ed avviati nuovi contatti nella prospettiva dello sviluppo di ipotesi progettuali “work in progress”. Sotto quest’ultimo aspetto, si è rivelato utile il colloquio intercorso tra Arianna ed un affermato regista molto vicino all’ambiente Mediaset, con il quale è stata ipotizzata una possibile e reciproca collaborazione professionale. Non poteva peraltro mancare, nelle giornate di permanenza di Arianna Frattini nella Capitale, qualche piacevole intermezzo tra l’utile ed il dilettevole: significativa è stata in tal senso (nella giornata del 7 marzo) la presenza della giovane autrice veronese presso l’Hotel Cinecittà e l’annesso Ristorante degli Artisti dove – grazie alla straordinaria vocazione all’ospitalità espressa dal contitolare Silvio Ascenzi – Arianna ha potuto assaporare la pienezza delle tradizioni enogastronomiche che sono proprie della cucina capitolina (dall’Amatriciana “doc” all’abbacchio a scottadito…sino ad una fantastica torta alla ricotta preparata con maestrìa dai responsabili del locale). Arianna Frattini ha voluto rendere omaggio a Silvio Ascenzi ed allo staff dell’Hotel Cinecittà per la bellissima esperienza vissuta – e per l’ospitalità ricevuta – donando all’amico Silvio Ascenzi una copia del ritratto fotografico realizzato a “Sanremo 2017”, ove Arianna appare immortalata (con l’immancabile Romanzo d’esordio tra le mani) sul “Red Carpet” innanzi al Teatro “Ariston”. Dal canto suo Silvio Ascenzi, con grande cortesia e sensibilità, ha voluto collocare il ritratto nel corridoio dell’Hotel Cinecittà in cui sono collocate le immagini fotografiche degli ospiti e visitatori di maggior rilievo. Arianna Frattini sarà nuovamente a Roma in una prossima occasione per un approfondimento dei rapporti professionali ed uno sviluppo delle ipotesi di collaborazione di cui si è parlato in questa occasione.

Daniele Mariotto
(Ufficio/stampa & public relations – Arianna Frattini )

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *